imagealt

Progetto IeFP

PREMESSA

“Star bene a scuola” è condizione necessaria, anche se non sufficiente, per limitare la dispersione scolastica, così alta, come ben sappiamo, in particolare negli Istituti Professionali.

Molti studenti sono demotivati alla frequenza scolastica perché si trovano spesso di fronte a fallimenti a causa di richieste didattiche, per loro troppo elevate, di tante discipline teoriche. 

Si tratta spesso di studenti che hanno debolezze d’attenzione e d’apprendimento di tipo teorico, ma che, d’altro lato, possiedono buone capacità pratiche.

Inoltre alcuni studenti, per esigenze personali e/o familiari hanno la necessità di inserirsi presto nel mondo del lavoro.

Il percorso triennale dell’IeFP è un tentativo di andare incontro a queste esigenze. 

Infatti l’obiettivo di limitare la dispersione scolastica poggia su tutti questi elementi: la centralità dell’attività pratica, la professionalizzazione sempre più marcata dal 1° al 3° anno e quindi una minor possibilità, per gli studenti, di andare incontro a fallimenti scolastici a vantaggio di gratificazioni sul versante professionale-formativo.

Nello stesso tempo il percorso è caratterizzato da discipline dell’area d’indirizzo e, soprattutto al 1° anno, dell’area comune, per permettere, in caso di riorientamento, la passerella al percorso professionale quinquennale o ad altri tipi di percorsi formativi.

Nel nostro Istituto la dimensione professionale è relativa all’enogastronomia e alle corrette abitudini alimentari ed il Progetto IeFP mette proprio al centro del suo percorso l’attività professionale enogastronomica e relativa alla corretta alimentazione.

ORGANIZZAZIONE DEL PERCORSO TRIENNALE

Il percorso IeFP dell’indirizzo professionale enogastronomico è stato declinato in tre anni: la divisione delle ore ha una certa flessibilità (anche se ci sono degli indicatori al di sotto dei quali non  si può scendere; ad esempio la somma delle ore di stage e di pratica non può andare sotto alle 600 ore per anno), il percorso si sviluppa principalmente al secondo e terzo anno, entrambi di 1056 ore circa.


CLASSE PRIMA

Obiettivi: antidispersione e scolarizzazione

Attraverso supporto psicologico e metodologico, rinforzo motivazionale e intervento sulle dinamiche personali e dei gruppi classe, potenziamento delle attività professionalizzanti ed esperienza lavorativa “formativa”.

Nella divisione delle ore e scelta delle materie il nostro istituto ha scelto di proporre tutte le materie necessarie, in caso di riorientamento/passerella al percorso professionale quinquennale.

Esempio di scansione oraria

Orario 1° anno IeFP

DISCIPLINE

ORE

CUCINA         

Tot. Ore  9

SALA BAR      

Tot. Ore  8

GEOGRAFIA

Tot. Ore  1

ITALIANO/STORIA

Tot. Ore   3+1

MATEMATICA

Tot. Ore   2

MULTICULTURALITA E CITTADINANZA  (RELIGIONE)

Tot. Ore   1

DIRITTO

Tot. Ore   2

SCIENZE DEGLI ALIMENTI 1

Tot. Ore   2

SCIENZE INTEGRATE 2

Tot. Ore   2

INGLESE

Tot. Ore   3

EDUCAZIONE FISICA

Tot. Ore   2

TOT. ORE 32 + 4

1 2 ore di compresenza di cucina con scienze degli alimenti e scienze integrate (in classe) 

2 2 ore di compresenza di sala bar con scienze degli alimenti e scienze integrate (in classe)


CLASSE SECONDA

Obiettivi: professionalizzazione e orientamento in itinere

L’istituto alberghiero “Bartolomeo Scappi” per il 2° anno ha scelto di fare:

  • 250 ore di stage in azienda
  • 500 ore di materie professionalizzanti (cucina, sala-bar, haccp e alimentazione, sicurezza)
  • 180 ore asse  del linguaggio (italiano, inglese, comunicazione: approccio al cliente)
  • 80  ore asse matematico (matematica, scienze e geografia)
  • 50  ore asse storico socio-economico (storia e religione)

Esempio di scansione oraria

Orario 2° anno IeFP

DISCIPLINE

ORE

CUCINA         

Tot. Ore  9

SALA BAR      

Tot. Ore  8

GEOGRAFIA

Tot. Ore  1

ITALIANO/STORIA

Tot. Ore   3+1

MATEMATICA

Tot. Ore   2

MULTICULTURALITA E CITTADINANZA  (RELIGIONE)

Tot. Ore   1

DIRITTO

Tot. Ore   2

SCIENZE DEGLI ALIMENTI 

Tot. Ore   2

SCIENZE INTEGRATE

Tot. Ore   2

INGLESE

Tot. Ore   3

EDUCAZIONE FISICA

Tot. Ore   2

TOT. ORE 32 + 4

1 2 ore di compresenza di cucina con scienze degli alimenti (in classe) 

2 2 ore di compresenza di sala bar con scienze degli alimenti e scienze integrate (in classe) 

250 ORE DI STAGE IN AZIENDA: TRE SETTIMANE IN SALA/BAR E TRE IN CUCINA


    CLASSE TERZA

    Obiettivi: professionalizzazione e orientamento in itinere

    L’istituto alberghiero “Bartolomeo Scappi” per il 3° anno ha scelto di fare :

    • 320  ore di stage in azienda
    • 500 ore di materie professionalizzanti (cucina, sala-bar, haccp e alimentazione, sicurezza)
    • 150 ore asse  del linguaggio (italiano, inglese, comunicazione: approccio al cliente)
    • 50  ore asse matematico (matematica, informatica)
    • 50  ore asse storico socio economico (storia e religione)

      Esempio di scansione oraria

      Orario 3° anno IeFP

      DISCIPLINE

      ORE

      CUCINA         

      Tot. Ore  9

      SALA BAR      

      Tot. Ore  9

      ITALIANO/STORIA

      Tot. Ore  3+1

      MATEMATICA

      Tot. Ore   2

      MULTICULTURALITA E CITTADINANZA   (RELIGIONE)

      Tot. Ore   1

      DIRITTO

      Tot. Ore   1

      SCIENZE DEGLI ALIMENTI 

      Tot. Ore   3

      INGLESE

      Tot. Ore   3

      TOT. ORE 32

      320 ORE DI STAGE IN AZIENDA: QUATTRO SETTIMANE IN SALA/BAR E QUATTRO IN CUCINA


      IL PROGETTO

      Denominazione Progetto

      IeFP (Istruzione e Formazione Professionale)

      Priorità cui si riferisce

      Diminuzione della dispersione scolastica; professionalizzazione

      Traguardo di risultato

      (event.)

      Rientrare nella media di abbandoni provinciali

      Obiettivo di processo

      (event.)

      • Progettare attività di orientamento e/o riorientamento
      • Valorizzare il saper essere utilizzando il sapere e il saper fare
      • Realizzare qualifiche regionali in regime di sussidiarietà

      Situazione su cui interviene

      I percorsi IeFP si sviluppano in parallelo con le attività curriculari organizzate dall’Istituto; gli obiettivi e le attività implementate sono progettate e finalizzate per anno di frequenza

      Attività previste

      Per l’I.P. “Bartolomeo Scappi” Addetto ai servizi della ristorazione:

      Classi prime: azioni di antidispersione e di scolarizzazione

      Classi seconde: potenziamento professionale 

      Classi terze: potenziamento professionale e preparazione all’esame di qualifica professionale

      Risorse finanziarie necessarie

      Costo materiale di consumo

      Risorse umane (ore/area)

      Docenti interni ed esperti esterni appartenenti al mondo del lavoro

      Altre risorse necessarie

      Laboratori di cucina/sala/caffetteria/pasticceria


      Indicatori utilizzati

      Frequenza alle attività, questionari (docenti/esperti esterni/studenti), colloqui in itinere e a fine percorso, esiti esami di qualifica professionale, analisi relazioni finali



      Stati di avanzamento

      Classi prime: riduzione della dispersione scolastica

      Classi seconde: consolidamento della scelta motivata e consapevole

      Classi terze: consolidamento delle competenze professionali settoriali



      Valori/situazioni attesi

      Esiti in uscita rilevati agli scrutini

      Diminuzione del numero di studenti non ammessi all’anno successivo

      Diminuzione del numero di studenti che non risultano più presenti al termine dell’anno scolastico (abbandoni scolastici)



      In dettaglio, verranno affrontate le seguenti problematiche :

      1. Prevenire la dispersione, ridurre l’abbandono scolastico e supportare il successo   formativo

      Attività da svolgere:

        • Accoglienza, presa in carico, orientamento: brevi moduli riguardanti le varie possibilità formative presenti nella scuola per facilitare dapprima l’impatto con la nuova realtà e in seguito sviluppare maggiore consapevolezza rispetto al percorso intrapreso e sostenere la reversibilità delle scelte nella fase iniziale del percorso formativo.
        • Laboratori esperienziali finalizzati ad un rafforzamento motivazionale per promuovere le competenze di cittadinanza ed accettare le differenze di opinioni, il rispetto delle regole, le diversità, l’equità, elaborare l’esercizio del pensiero critico al fine di sostenere la costruzione di un proprio progetto di sviluppo personale e un proficuo inserimento nel contesto sociale.
      1. Sviluppare strumenti di maggiore integrazione per favorire la conoscenza e l’inserimento nel mondo del lavoro 

            Attività da svolgere:

              • Promozione e tutoraggio di attività didattiche coerenti con quelle definite nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro: impresa formativa simulata, visite guidate, simulazione di casi, laboratori e tirocini curriculari ai sensi dell’art. 18 della Legge 196/1997 e del relativo regolamento di attuazione D.M. 142/1998 quali modalità formative per l’acquisizione delle competenze tecnico professionali, culturali e organizzative favorendone una sintesi unitaria e realistica attraverso la sperimentazione in contesto d’uso e in situazione. 
            Allegati
            Competenze in uscita