I.I.S. 'Bartolomeo Scappi' Castel San Pietro Terme

I.I.S. Bartolomeo Scappi
Viale Terme, 1054 - Castel San Pietro Terme - 40024 - Bologna
- Cod. Fisc. 90014770375 – Cod. Ministeriale BOIS02200Q - Tel: 051.948181 - Fax: 051.948080
Mail: bois02200q@istruzione.it - PEC: bois02200q@pec.istruzione.it

Giornata in ricordo del Preside Maurizio Lazzarini

In memoria di Mau

PER INCLUDERE NELLA SCUOLA DI OGGI

Sabato 23 marzo 2019

dalle ore 9.00 alle ore 16.00

presso l'Istituto di Istruzione Superiore B. Scappi Castel San Pietro Terme e la Scuola Primaria Osteria Grande

UNA GIORNATA DI STUDI IN RICORDO DI UN DIRIGENTE SPECIALE

 

In allegato la locandina con il programma della giornata.

 

Maurizio Lazzarini nasce il 15 aprile 1959 a Crevalcore (Bo), da Luciano e Lina Vaccari. Nel 1977 si diploma presso l'Istituto Magistrale “G. Albini” di Bologna e si iscrive alla facoltà di Magistero dell' Alma Mater di Bologna. Contemporaneamente comincia la sua attività di educatore, lavorando per il doposcuola del comune di Castel S. Pietro Terme presso la scuola elementare di Osteria Grande. Fa parte del MCE (Movimento di Cooperazione Educativa). Nel 1983 supera il concorso magistrale ed entra di ruolo, come insegnante elementare, a Bazzano e successivamente insegna ad Ozzano dell’Emilia e ad Imola (Bo). Sospende gli studi universitari a causa degli impegni lavorativi e familiari, ma nel 1989 si laurea in Pedagogia, con il massimo dei voti e la lode, con una tesi sul valore educativo del gioco.

Nel 1993 diventa Direttore Didattico. La prima sede in cui opera è la Direzione Didattica di Loreo (Ro). Dopo il trasferimento nella nostra regione, lavora al Circolo 2 di San Lazzaro di Savena e alla D.D. di Malalbergo; nel 2000, con la qualifica di Dirigente Scolastico, arriva a Castel S. Pietro Terme come Preside della scuola media F.lli Pizzigotti. Dal 2003 dirige l’intero Istituto Comprensivo di Castel San Pietro Terme. Nel settembre 2010 diviene Dirigente Scolastico del Liceo “Fermi” di Bologna, dove lavora fino al luglio 2018, quando una grave malattia gli impedirà di proseguire la sua grande opera educativa.

Al di là dell’inesauribile impegno lavorativo al servizio dello Stato e nel nome della Costituzione, ricordiamo il nostro Dirigente come persona dotata di capacità di umorismo ed ironia, oltre che di un grande amore per i bambini ed i ragazzi. Ci manca inoltre la sua passione per la lettura, la musica, il cinema, la danza popolare, i viaggi, il gioco e l’arte come elementi di accoglienza, inclusione e facilitazione. E non dimentichiamo le sue doti di oratore, le capacità relazionali e di aggregazione.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.